Gli OGM rappresentano un danno per la biodiversità e il Made in Italy

“Gli OGM non farebbero male alla salute? Certamente fanno malissimo alla biodiversità e alla tutela dei prodotti tipici del nostro Paese e del Pianeta”. Lo scrivono in una nota i coordinatori dei Verdi e fondatori della Lista Insieme Angelo Bonelli e Gianluca Carrabs.
“Ad esempio agli OGM – spiegano i Verdi – è associato l’uso massivo di pesticidi a cui essi sono resistenti, ma che causano danni alle altre colture e al resto dell’ecosistema. Senza parlare del fenomeno della perdita di biodiversità che distrugge e frammenta gli ecosistemi o del fatto che il modello di produzione intensivo basato sullo sfruttamento delle risorse impoverisce il terreno e obbliga le monocolture. La nostra battaglia è invece, al contrario, basata sulla tutela delle produzioni tipiche italiane, le varieta’, la biodiversità che rappresentano un circuito alimentare sano per gli esseri umani e l’ambiente”.
“Considerato che solo 4 multinazionali controllano circa il 65% del mercato delle sementi – concludono Bonelli e Carrabs – e che sono le stesse che controllano il mercato dei pesticidi, dei farmaci e dei marchi alimentari, continuare con l’utilizzo degli OGM renderebbero gli agricoltori completamente dipendenti da queste oligarchie dell’industria alimentare”