Bonelli ospite a “L’aria che tira”: l’abusivismo di necessità non esiste

Oggi a L’Aria che tira il leader dei Verdi e candidato della lista Insieme è stato chiamato a commentare la vicenda dell’Oasi del Simeto a Catania, dove è iniziata la demolizione disposta dalla Procura delle ville costruite in zone vincolate: “L’abusivismo di necessità non esiste, esiste uno Stato che deve dare risposte all’emergenza abitativa e amministrazioni comunali che devono fare i piani regolatori. C’è un problema di abusivismo edilizio in questo Paese e a questo proposito suggeriamo di andare a Bagheria, dove l’amministrazione Cinquestelle ha bloccato le demolizioni di ville con piscina costruite abusivamente sulle coste”.

In risposta a Severino Nappi di Forza Italia, che in collegamento ha criticato l’amministrazione di Centrosinistra per aver bloccato l’applicazione del condono edilizio in Campania, il leader dei Verdi ha dichiarato:

“L’abusivismo rappresenta un danno economico alle città, perché i sindaci per attuare le opere di urbanizzazione sono costretti ad alzare le tasse e questo va a discapito di tutti i cittadini, anche di quelli che rispettano le regole. L’abusivismo” ha sottolineato il leader dei Verdi “sottrae risorse, aggredisce l’ambiente e contribuisce a creare disparità sociale. A forza di condoni il paese non si riprenderà, perché quelle famiglie che pagano il mutuo e aspettano i permessi per qualunque piccola modifica devono sentirsi degli scemi rispetto a quelli che si fanno la villa con piscina in riva al mare? Questi messaggi sull’abusivismo di necessità sono criminogeni”.

In risposta ad una provocazione di Severino Nappi il candidato della lista Insieme ha concluso dicendo: “Io sono fiero di vivere di ambiente, perché significa avere uno scopo di vita. Significa rispettare la legalità ed io per questo ho pagato un prezzo altissimo, ad Ostia mi hanno bruciato la casa. Ma vivere e lottare per l’ambiente significa avere una visione del futuro. Invito anche lei a fare un bagno di ambientalismo”.