La Meloni fa visita ad Orban: la deriva della destra verso estremismo e xenofobia

“La Meloni ha preso l’aereo per farsi un selfie con Orban, colui che ha messo il bavaglio all’informazione attraverso l’istituzione dell’Autorità nazionale delle comunicazioni, che sanziona con multe salate tutti i media che violano l’interesse pubblico, tradotto: è vietato criticare Orban e il suo partito. E’ l’attuazione nel XXI secolo delle famose “veline” di memoria fascista. ” Scrive in una nota il coordinatore nazionale dei Verdi e promotore della Lista Insieme Angelo Bonelli, che prosegue:
“La Meloni è andata contro l’interesse nazionale italiano, e ciò è un fatto gravissimo, andando a rendere omaggio ad Orban, perché è colui che si rifiuta di applicare le quote di immigrati previste dall’Unione Europea. Tali quote consentirebbero di integrare in tutta Europa i migranti che arrivano in Italia. Il quadro è quindi completo e chiaro della deriva della destra verso posizioni estremiste e xenofobe: ieri Salvini ha aperto ai fascisti di Casapound, oggi la Meloni va contro l’Italia abbracciando Orban, che ha messo il bavaglio all’informazione in Ungheria e che impedisce una soluzione serena dei migranti che arrivano in Italia.”
“Siamo sempre più convinti che oggi sia urgente e necessario, per la qualità della nostra democrazia, costruire un argine politico e culturale a questa deriva estremista rappresentata oggi dal centro destra. La lista Insieme, all’interno della coalizione di centro sinistra, può rappresentare un punto di riferimento per tutti quei cittadini e cittadine che non vogliono che l’Italia venga governata da Salvini-Meloni e Berlusconi.”